QUESTO E' IL PROGRAMMA DELLE COSE SEMPLICI





"SICUREZZA"


1) SICUREZZA: La Sicurezza URBANA resta al primo posto delle nostre priorità. Gestita sulla base di un cumulo di proposte che riguardano la PREVENZIONE e l’eliminazione della criminalità. La prevenzione e il mantenimento della sicurezza, secondo uno studio internazionale definito Technical Report, che si trova anche sul nostro sito, si basa su vari fattori principali legati uno all’altro, e ci ricordano che IL CONCETTO DI SICUREZZA URBANA E’ STRETTAMENTE LEGATO ALLA QUALITA’ DELLA VITA. Parliamo di strategia della pianificazione urbana, illuminazione, pulizia del territorio, arredo urbano, riqualificazione territorio, redazione di nuovi progetti. Nell’ambito di questo progetto complesso, è nostra intenzione inserire l’eliminazione di tutti i cubi e i new jersey in cemento sparsi per la città, sostituendoli con elementi più gradevoli alla vista, ma soprattutto con elementi che consentano accessi veloci alle vie da parte di ambulanze, vigili del fuoco, e vari operatori. Tra le nostre priorità sulla sicurezza ci sono alcuni progetti importanti, tra i quali un ritorno al poliziotto di quartiere, e un nuovo progetto sull’utilizzo di droni con operatori all’interno dei corpo della polizia municipale. Proprio quest’anno la comunità europea ha stabilito le linea guida e le normative per l’utilizzo dei droni. Questi serviranno per raggiungere zone nascoste, aree grandi come la ciclabile etc, ma potrebbero garantire oltre che la registrazione e l’invio delle immagini, interventi molto più celeri da parte delle forze dell’ordine, oltrechè controlli mirati su abusi edilizi etc. Prendiamo spunto da un progetto pilota attivo a Torino e che sta dando ottimi risultati. Nella nostra SICUREZZA è riservato un capitolo alle manutenzioni dei tombini e alla pulizia dei torrenti. La prevenzione innanzitutto. Oggi si tende a pulire semplicemente il tombino all’esterno, ma mai si verifica lo stato di usura e di pulizia degli scoli e delle tubazioni interne, tant’è che con poche gocce d’acqua le strade si allagano molto frequentemente. Soprattutto una verifica andrebbe fatta sulla reale capacità di scolo delle acque delle varie tubazioni, secondo noi oggi non adeguate agli eventi atmosferici che tendono a portare piogge sempre piu consistenti. La città deve essere preparata al cambiamento climatico che si verifica oramai da qualche anno a questa parte, con rovesci più copiosi e frequenti del solito. Il paese si avvia verso una tropicalizzazione, e prevenire i disastri è nostro dovere.

2) PROGETTO PIGNA SICURA In primis quello che verrà fatto sarà un censimento totale di affitti, dei vari titolari dei muri di proprietà, di abitanti etc… La pigna rientra nel pacchetto sicurezza, anche in considerazione del fatto che tanti magazzini con merce abusiva, e tanti spacciatori oramai risiedono li. La città vecchia non potrà mai vivere se prima non verrà riportata in totale sicurezza per tutti. Il ripristino della sicurezza potrebbe portare il centro storico a vivere una seconda e ottima vita commerciale. Troverete progetti anche sul paragrafo COSA FAREMO PER LA CITTA’ e nel pacchetto turismo

3) SICUREZZA E CONTROLLI SULLE VIE E SULLE STRADE Bisogna ripartire dall’educazione. Controlli mirati con vigili in moto in borghese per chi guida parlando al telefono, O COMMETTE INFRAZIONI SERIE CHE POSSANO ARRECARE DANNO ALLA VITA ALTRUI. Gireranno invece degli ufficiali a piedi per garantire che non vengano più gettati in terra mozziconi, carte, scontrini, e controllare chi lascia le cacche in giro. Naturalmente la città dovrà essere dotata di più bidoni per la spazzatura. Un ottimo sistema anche per avere in città una sorta di poliziotto di quartiere invisibile. Se proprio bisogna fare cassa, iniziamo a farlo con chi della città e delle persone non ha rispetto.





"INTERVENTI IMMEDIATI"


4) SPAZZATURA: Rimane la differenziata come è giusto che sia, va cambiato però il metodo. Si ritorna al vecchio bidone GRANDE con le isole ecologiche, permettendo alla gente di buttare ogni giorno la spazzatura. Vanno rivisti e controllati i metodi di smaltimento. Ma soprattutto, la differenziata è una grande opportunità di guadagno. Bisogna mettersi in condizione di vendere la spazzatura, e gestire il ricavato per ridurre il costo al cittadino. Tra le altre cose, visto che il comune pretende il rispetto delle regole, sanzionando chi sbaglia, è anche giusto che lo stesso sia il primo a rispettarle. Su questa differenziata messa in campo cosi frettolosamente, tutt’oggi non sono rispettati i criteri di posizionamento dei bidoni, i criteri di sanitari e tutto ciò che riguarda la salute e l’igiene pubblica, i criteri di decoro cittadino e urbano. Tra le altre cose questo tipo di conferimento, che non si può definire porta a porta, è totalmente sbagliato in una città configurata come la nostra, con tante strade in salita, strette, ma soprattutto soggette in gran parte a inondazioni durante le piogge forti. Tantissime volte i bidoni infatti vengono trascinati via dall’acqua, oltre che i vari sacchi e cestini. La sostituzione del metodo si rende necessario anche perché questo tipo di raccolta ha nettamente aumentato le visite dei topi a cielo aperto, e dei gabbiani. Un altro grande pericolo deriva dal fatto che la nostra zona è soggetta a una sorta di vento costante, che quando è molto forte non solo trascina via i bidoncini, ma fa rotolare i sacchi per la strada con grave rischio per auto e moto. Gabbiani e topi fanno a gara per chi apre piu sacchetti, e questo sistema ha contribuito ad infestare ancora di più la citta da questi animali, considerando anche il fatto che non vengono eseguite delle serie derattizzazioni. Con il vecchio metodo tutto ciò non accadeva. Vanno aggiunti i Bidoni per il VERDE, e più cestini per le deiezioni e il recupero delle sigarette che puntualmente vengono buttate ovunque. Con il recupero della plastica vorremmo intanto fare partire il progetto MAC.REBUR, che trovate in “COSA FAREMO PER LA CITTA’”

5) INFORMATIZZAZIONE SPORTELLO UNICO PER EDILIZIA E’ nostra intenzione nominare un responsabile che si occupi di MIGLIORARE l’informatizzazione dello sportello UNICO per l’edilizia. Abbiamo studiato alcuni software (del tipo WinRiPCo, WinImmo, etc) che saranno scaricabili gratuitamente da tutti i tecnici. Questi software consentiranno la gestione della presentazione delle istanze edilizie in forma automatizzata e veloce, e in collaborazione tra loro, consentiranno molti usi sull’edilizia privata, come ad esempio le pratiche di condono, pratiche di agibilità e abitabilità, CDU (certificati destinazione urbanistica) interfacciati con il catasto, etc. I software contengono principalmente tutte le informazioni comunali (in sola lettura) che il cittadino, per mezzo del professionista, deve conoscere per la redazione della pratica (viario, tipi di intervento, ambito del Piano di Governo del Territorio) e per il calcolo degli oneri suddivisi per Contributo di Costo di Costruzione e Oneri di Urbanizzazione.

6) RIVIERA TRASPORTI: Dal momento che il comune ne detiene una notevole quota, è ora di battere i pugni pretendendo di cambiare il metodo della biglietteria. Non ci interessa restare all’interno di una società che continua ad andare in perdita. Vogliamo Pulizia dei mezzi e piuttosto il ritorno al tornello o al controllore per garantire che chi sale abbia pagato il biglietto. Gli incassi futuri permetteranno così di riabbassare il costo del biglietto delle varie corse. Chiederemo una messa a punto delle pensiline con inserimento di panchine all’interno, e un programma totale di accesso per i disabili.

7) RIPORTARE IL COMUNE DA ALIENATO A PATRIMONIO: Verifica Urgente di tutte le strutture di proprietà del comune, per ristrutturarle, e affittarle. Non vogliamo vendere i Gioielli di famiglia, ma trasformarli in Reddito per la comunità. Vogliamo riformulare inoltre un nuovo investimento sulle case popolari, investimento atto a ridurre il problema della casa, con anche un serio progetto di verifica degli inquilini per capire chi ha il diritto o no per mantenere la casa popolare.

8) RIPRISTINO GALLERIA FRANCIA : è necessario una volta per tutte trovare una soluzione per il passaggio della galleria Francia. Secondo noi vanno risistemate le piastrelle cadute, e bisogna fare ripartire il motore di ricircolo dell’aria fermo oramai da troppi anni. E’ comunque necessaria una pulizia della galleria ogni 3 mesi

9) APPALTI E SQUADRA DI PRONTO INTERVENTO: Bisogna riscrivere il sistema degli appalti, relativamente alle garanzie di esecuzione. Le precedenze di esecuzione vanno date alle aziende della città in primis, poi della provincia, e se non si trovano le specializzazioni necessarie, si daranno appalti in regione per poi uscire a livello nazionale. Le buche aperte per lavori di acqua o stesura reti fognarie o di telecomunicazioni, dovranno prevedere per chi opera NON il ripristino del solo scavo, ma il COMPLETO ripristino della carreggiata, per evitare le continue buche e i vari dislivelli pericolosi soprattutto per le moto. E’ nostra intenzione mettere in campo una squadra di lavoro che operi giornalmente, un pronto intervento a disposizione dei cittadini con numero diretto. Per questa squadra Cercheremo anche un Accordo giudiziario tra il comune /tribunale/carcere per convertire le pene minori in lavoro pubblico NON RETRIBUITO e SOCIALMENTE UTILE. Si Intende che chi deve scontare ad esempio una pena da un mese a un anno, la sconti per pulire giardini, tombini, pitturare etc… o per ogni lavoro socialmente utile

10) CASINO: Bisogna agire immediatamente per risanare ciò che per noi è sempre stata una risorsa. Si torna ai grandi classici, con il ripristino di giochi tipo Baccarat, 30 & 40, etc, con un buono e serio programma fedeltà per i clienti. Intendiamo migliorare i giochi online con grafiche più accattivanti, e una buona sponsorizzazione. Vogliamo entrare a gamba tesa nei circuiti internazionali per le gare di poker, ma soprattutto per differenziarci, vogliamo diventare noi ORGANIZZATORI di vari tornei per gli ormai famosi E-SPORT. Ma cos’è un e-sport? Di fatto potremmo considerarli lo sport di giocare ai videogame. Da soli o in gruppo, con squadre che si allenano insieme e si affrontano in tornei. Ci sono tornei dei maggiori giochi in circolazione: Fifa per gli amanti del calcio, Call of Duty per gli amanti dei giochi di guerra, o giochi magari meno noti al grande pubblico ma molto apprezzati nel settore come il fantasy Warcraft. Giocare ai videogame a livello agonistico può essere considerata una attività sportiva a tutti gli effetti, e a quanto pare, presto potrebbero diventare una delle discipline olimpiche, con tanto di controlli antidoping, visto che Per essere un bravo gemer bisogna allenarsi, anche 10-15 ore al giorno. Un trend in continua crescita, con un giro d'affari che nel 2020 arriverà a 1,5 miliardi. Vogliamo per una volta essere dei precursori? Il rilancio del CASINO avverrà anche con un RITORNO al CABARET. Organizzare numerosi spettacoli per rilanciarlo con un Festival del Cabaret per nuove proposte, integrato con professionisti di fama nazionale come quelli di zelig e/o programmi simili. RISTORANTI DEL CASINO: hanno una enorme potenzialità MAI SFRUTTATA. Nessun affidamento a catering o ditte di fuori. Si ripartirà con un programma ben definito IN HOUSE con i nostri chef, pasticceri, e nuove idee che creeranno attrazione.

11) RENDICONTAZIONE: attivazione di una pagina sul sito del comune per rendicontare settimanalmente le spese di entrata e uscite del comune, inserendo le registrazioni dei vari consigli comunali.

12) CONTROLLO ANTENNE TELEFONICHE: verifica e richiesta urgente agli organi competenti delle emissioni delle onde elettromagnetiche delle varie antenne telefoniche installate a Sanremo e nelle sue frazioni, specie in avvento del nuovo inserimento del 5G

13) BELVEDERE DI COLDIRODI: avendo inserito Coldirodi nei vari circuiti turistici, si rende necessario trasformare la zona dove c’è lo svincolo in cima a via P.Semeria per coldirodi e Ospedaletti in un vero e proprio punto BELVEDERE, pulito e piastrellato con alcune panchine

14) STAZIONE NUOVA DI SANREMO: attivazione di un punto informazioni turistiche all’interno della nuova stazione, verificando quali siano le zone a disposizione del comune per inserire attività, uffici privati o pubblici, Trasformare le parti terrazzate in giardini, rendere insomma la stazione di sanremo vivibile e usufruibile.





"COMMERCIO"


15) COMMERCIO e TASSE COMUNALI: Innalzamento delle tasse per chi tiene i negozi sfitti e sporchi, e contemporaneamente cercheremo di organizzare incontri con i titolari dei negozi per rendere gli affitti più accessibili alle persone che vogliono investire. Via dal comune di Sanremo la tassa per la pubblicità dei negozi e ridefinizione del suolo pubblico se questo porterà lustro alla città. Verranno presi accordi con i vari CIV delle vie. Nelle proprie vetrine dei negozi si potranno mettere scritte senza limiti di metratura, e senza ricevere sanzioni. Per cose gravi, i Controlli e le sanzioni potranno essere effettuati solo ed esclusivamente in contradditorio con il titolare. Basta alle foto fantasma fatte di nascosto e obbligo di contraddittorio in atto alla verifica. Un capitolo a parte riguarderebbe anche le affissioni. Vorremmo dotare la città di pannelli elettronici al posto di quelli oramai vecchi e arrugginiti dove vengono appesi i cartelli di carta.

16) SQUADRA DI CONTROLLO TERRITORIO: Smettiamola di continuare a sanzionare le persone regolari, ma lavoriamo sul cambiamento del tessuto sociale. Ci necessita Una squadra che si occupi di verificare le segnalazioni su lavoro nero, abusivismo commerciale, ma soprattutto una squadra di verifica di abusivismo nel settore alberghiero e dei trasporti, vedi appartamenti e stanze affittate, transfer e gite senza licenza e permessi, ma in definitiva un controllo in ogni settore in cui si determinino situazioni di abusivismo

17) CONTROLLI E SANZIONI AI PUBBLICI ESERCIZI: Controlli e sanzioni da parte del comune cambiano modalità. Il primo accesso di verifica di ogni attività, nessuna esclusa, in caso di irregolarità non utilizzerà il sistema sanzionatorio. Verrà invece consigliato come mettersi in regola dando un tempo per l’attuazione. Solo al secondo accesso di verifica, se non si sarà adempiuto, si agirà con le sanzioni.

18) ELIMINAZIONE DELLA SOCIETA DI RECUPERO CREDITI DEL COMUNE: Attueremo uno studio di fattibilità per vedere se è possibile rinunciare ad ABACO. Oggi le varie tasse della pubblicità, spazzatura etc, vengono richieste da questa società con sede legale a Padova. Su ogni cartella inviata naturalmente quest’ultima ha un suo tornaconto, che se gestito “IN HOUSE” porterebbe maggiori introiti al comune, con verifiche e contradditori molto più veloci. L’intenzione è di portare i controlli in mano ai vigili più anziani togliendoli dalla strada, per essere sostituiti da vigili più giovani e fisicamente più preparati.

19) PROGETTO SIAE: se siamo la città della musica, va dimostrato. Intendiamo raggiungere un’accordo per una tariffa unica a carico del comune, di modo che artisti di strada bar negozi e locali possano fare musica senza dover richiedere permessi o pagare nulla. Basterà una comunicazione tramite pec





"SOCIALE"


20) PROGETTO CO-HOUSING Vorremmo fare partire questo progetto pilota per anziani e giovani che non riescono a mantenere da soli una casa. Il progetto prevede una forma di coabitazione in cui si unisce aiuto reciproco e solidarietà. Tre anziane signore ad esempio, sommando le loro pensioni, manterranno tranquillamente una casa e si potranno nutrire meglio e soprattutto supportarsi con le medicine e in caso di malattia. Nel contempo anche una semplice visita di un dottore o un fisioterapista avverrà in contemporanea su più persone, con notevole risparmio di tempo e di energie.

21) ATTIVAZIONE LEGGE SULLO SPRECO ALIMENTARE: e’ UN SEMPLICE progetto che non porta nulla di nuovo, tranne per il fatto che la legge esiste ma nessuno la applica. Abbiamo sempre più poveri nel ceto medio e soprattutto tra gli anziani. Un Responsabile comunale si interesserà che una onlus o chi equiparato ad essa, si occupi di passare ogni sera dai vari supermercati a ritirare le merci. La legge dice anche che Si potranno regalare gli alimenti con l'imballaggio danneggiato e quelli che hanno superato il termine per la conservazione, se in buono stato. Ridurre la Tari a chi cede prodotti alle onlus, potrebbe essere un incentivo. Iniziamo ad utilizzare tutte le Semplificazioni burocratiche che dovrebbero facilitare le donazioni di cibo e farmaci per aiutare chi è meno fortunato di noi.

22) ASILI PUBBLICI: se gli asili privati riescono ad avere un buon guadagno e una buona mensa con minore esborso di denaro per i genitori che li utilizzano, non riusciamo a capire perché questo non si possa fare per gli asili pubblici. Il nostro obbiettivo è di avere più asili, soprattutto in estate, quando le scuole sono chiuse, dotati tutti di telecamere a circuito chiuso.

23) PROJECT WORK DISABILI A CURA DI ALESSANDRO TIROTTA: Un contatto costante con i cittadini per essere al corrente delle varie problematiche e dare loro le risposte concrete con un cammino centrato su tre parole chiave: a) sostegno attivo b) qualita' c) rinnovamento DISABILITA': con l'aiuto di diverse associazioni con le quali collaboro sul territorio mi hanno messo a conoscenza di diverse problematiche, che riportate sul campo denotano indifferenze e difficolta' da parte di tanti. Il mio progetto è atto a cercare di garantire l'accessibilita' a luoghi e strumenti, prevede agevolazioni sulle tasse per incentivare i negozianti ad introdurre pedane per le sedie a rotelle, e include integrazione pulmini comunali attrezzati che portano i ragazzi ai vari centri. Non solo, necessitiamo di scuole estive del comune attrezzate per bambini diversamente abili, intendo realizzare una inclusione scolastica e lavorativa per i disabili, e un’accurata assistenza domiciliare. PROGETTAZIONE MANIFESTAZIONE “ FESTIVAL DEL CUORE” Per poter contrastare nel migliore dei modi le discriminazioni di genere, avvicinare, conoscere la disabilita' ed aiutare le persone diversamente abili nel progetto di vita indipendente si cerchera' di creare un evento annuale con varie associazioni dove sara' possibile raccogliere fondi. Promuoviamo l’INCLUSIONE

24) AMICI A 4 ZAMPE: Concessione gratuita del suolo pubblico due volte al mese per consentire al canile di fare adottare il prima possibile i nostri animali. Per chi adotta dal canile, (e si fa scrupoli pensando alle spese delle cure dell’animale), inoltre, ci sarà il veterinario gratuito. Grazie a questa iniziativa molti anziani potranno finalmente decidere di trascorrere insieme a un compagno fedele la loro esistenza, con effetti positivi contro la depressione ma anche per la loro salute, poiché l’assistenza di un amico a 4 zampe richiede comunque movimento fisico.

25) ASSOCIAZIONI: Si farà una verifica di tutte le associazioni che vengono sovvenzionate dal comune. Se negli ultimi due anni non avranno portato beneficio per il comune o organizzato qualcosa, non verranno più elargiti i fondi pagati dal comune. Gli stessi soldi verranno girati nel SOCIALE e per la lotta alla povertà.


26) BARATTO AMMINISTRATIVO: Sempre più spesso troviamo famiglie che non riescono a pagare i tributi dovuti al comune. Intendiamo allora applicare una cosa che già esiste dal 2014, ma pochi comuni adottano, cioè il baratto amministrativo. Il cittadino, per sanare la propria posizione debitoria svolge dei lavori utili, come ridipingere i muri di un edificio comunale, curare i fiori in un giardino, verniciare una staccionata, ripulire le strade ed altro, sulla base di un elenco di progetti approvati

27) PROGETTO ORTO SOCIALE a cura di Silvana Canoro: L'Orto Sociale nasce da un bisogno di riqualificazione di un parco/giardino all'interno di un comune o in zone abbandonate, con l'importante ruolo di essere luogo di incontro e di integrazione intergenerazionale, per i giovani, gli anziani, le famiglie, i lavoratori, i disoccupati, le persone di diversa origine sociale e nazionalità. Propone attività collettive di giardinaggio e orticoltura e frutticoltura, al fine di promuovere l'educazione e la formazione di adulti e bambini, il rispetto per l'ambiente, la creazione e il consolidamento di legami sociali. L'Orto Sociale è strumento di divulgazione ed informazione a tutta la popolazione ad uno stile di vita più sostenibile. OBBIETTIVI DELL’ORTO SOCIALE
• Costituire uno spazio vitale dove sentirsi a proprio agio, conversare, passeggiare, fare giardinaggio, piantare, seminare, sporcarsi, divertirsi, aiutarsi, ascoltare, leggere, trascorrere ore...
• Riqualificare il territorio
• Favorire la socializzazione e l'integrazione tra cittadini
• Sensibilizzare ed educare a uno stile di vita eco-sostenibile
• Permettere a tutti gli abitanti la partecipazione attiva dando ognuno il proprio contributo
• Migliorare la qualità della vita
• Consentire lo scambio intergenerazionale delle conoscenze: gli adulti e gli anziani possono curare l'orto insieme ai più giovani per trasmettere loro antiche conoscenze ed esperienze.
• Costituire un tentativo di rallentare i ritmi frenetici imposti dalla società moderna.
• Essere strumento di Conoscenza e Valorizzazione del territorio e della cultura ad esso legata
• Fungere da presidio territoriale: l'Orto costituisce una possibilità di controllo del territorio e allontanamento di attività indesiderate come atti di vandalismo..

AZIONI
°Individuare l'area destinata all'Orto Sociale, come aree pubbliche mal-sfruttate o ignorate
°identificazione di uno sponsor, poiché la parte di aratura, preparazione del terreno, piantumazione si potrà svolgere in collaborazione con realtà territoriali quali garden, scuole agrarie, cooperative di giardinaggio.
°Predisporre un semplice e basilare regolamento condiviso per l'uso della spazio
°Istituire almeno un evento pubblico per stagione: proposta di iniziative conviviali legate alla stagionalità, aperte a tutti (laboratori per bambini, incontri a tema, mini-corsi di cucina stagionale e locale etc.)
°Proporre laboratori per l'autocostruzione delle infrastrutture utili all'orto (irrigazioni, recinti, casetta per deposito attrezzi.. )
°Creare occasioni di riflessione e consapevolezza dell'effetto delle proprie azioni quotidiane sull'ambiente: mediante incontri con esperti su tematiche ambientali, divulgare uno stile di vita più sostenibile (riduzione dei rifiuti, risparmio energetico, mobilità sostenibile) per un beneficio sia ambientale che di spesa collettiva (spesa consapevole, uso di pannolini lavabili, autoproduzione, condivisione dell'auto)
°Informare e sensibilizzare tutti i soggetti coinvolti , mediante assemblee pubbliche, visite guidate ad altre esperienze simili creando anche dei Percorsi di educazione alimentare, specie nelle scuole



28) LOTTA ALL'AZZARDOPATIA a cura di Silvana Canoro: le azioni più significative ed i progetti concreti che vogliamo mettere in campo contro il gioco d'azzardo patologico:
°attivare programmi di prevenzione nelle scuole medie e superiori e nei centri di aggregazione degli anziani;
° attuare incontri, seminari, convegni sia per i cittadini che per i medici di base, i servizi sociali, gli avvocati in modo da creare figure professionali in grado di affrontare le problematiche legate al gioco d'azzardo patologico a 360 gradi;
° collaborare con Asl, Prefetture, Regione per avere dati attendibili e stime sul fenomeno del gioco d'azzardo compulsivo nonché sostegno e disponibilità finanziaria;
° creare una rete di supporto attorno alle famiglie di chi è affetto da azzardopatia (IMPROPRIAMENTE DETTA LUDOPATIA) :
° istituire corsi di aggiornamento formativi, annualmente, per gli esercenti delle sale da gioco;
° specificare con apposito Regolamento comunale gli orari di apertura e chiusura delle sale giochi, avvalendosi per la stesura della collaborazione delle associazioni locali e di quelle degli esercenti, al fine di contemperare la salute dei cittadini e gli interessi economici del settore legalizzato.



"COSA FAREMO PER LA CITTA'"


29) PROGETTO 3D e RIQUALIFICAZIONE DEI QUARTIERI Sanremo non è solo il centro, Sanremo sono anche quartieri di periferia dove sopravvivono i piccoli negozietti. La nostra idea è di iniziare a riprendere le aree semicentrali e periferiche creandole come attrazione turistiche, per dare loro nuovo impulso di commercializzazione. Vogliamo iniziare a ricreare disegni su strade porte palazzi etc in formato 3D, fatti disegnare da artisti di strada specializzati nel genere. Una sorta di progetto che rimetterà a nuovo anche molti palazzi trasandati. IN POCHE PAROLE arriverà a sanremo la STREET ART rivoluzionata con l’anamorfismo applicato, cioè con l’illusione ottica. Il progetto verrà applicato alle strisce pedonali, gia attivo a triste e in molti paesi del nord, con un efficacia tecnica PROVATA che fa rallentare gli autisti

30) ATTUAZIONE DEL PROGETTO MAC.REBUR PER IL MANTO STRADALE Tutti sanno che il petrolio è una risorsa coi minuti contati e l’unica soluzione per interrompere l’uso spropositato e non responsabile di questo materiale è attuare delle politiche incentrate sul riciclo. In molte grandi città si è deciso di investire in una nuova tecnologia per la realizzazione del manto stradale con una miscela di asfalto che prevede l’utilizzo di plastica riciclata al 100%. Oggi esistono tre differenti additivi da miscelare al bitume a seconda delle prestazioni che si vogliono ottenere. Questo rende l’asfalto non solo duraturo con alte prestazioni, ma garantisce un uso inferiore di combustibili fossili, diminuisce l’impronta di carbonio oltre che la plastica destinata alla discarica, favorendo un’economia circolare. Quindi non solo un nuovo tipo di strade, ma una nuova economia per dare lavoro. I polimeri selezionati sono prodotti in forma di pellet e a scaglie, per permettere un trasporto e un utilizzo più facile. Non è necessario cambiare la tecnologia con la quale si crea l’asfalto, semplicemente verrà utilizzato meno bitume perché verrà aggiunto l’additivo. L’asfalto prodotto vede aumentate le proprie caratteristiche di attrito e di resistenza alla deformazione, maggiore resistenza alle rotture ottenendo quindi un prodotto più duraturo, che per gli automobilisti si traduce in strade senza buche. Scegliere di investire nell’avanguardia può sembrare rischioso, ma non possiamo più permetterci di aspettare, continuando con inerzia a fare scelte che non sono più sostenibili.

31) PROGETTO PIGNA: abbiamo un progetto di rivalorizzazione della città vecchia, secondo centro storico dopo Genova. Si vuole creare un percorso guidato di visita attraverso una cartellonistica che indichi direzioni e percorsi, ma che spieghi soprattutto la storia. All’interno di questo percorso verranno inseriti i bar code per poter visualizzare la storia e le info direttamente su tablet e telefonini. Chi aprirà negozi nella Pigna potrà usufruire dell’agevolazione sulla TARI, che non pagherà per i primi tre anni. Ci sono altre proposte per questa stupenda risorsa, ma in primis quello che verrà fatto sarà un censimento totale di affitti, dei vari titolari dei muri di proprietà, di abitanti etc… La pigna rientra nel pacchetto sicurezza, anche in considerazione del fatto che tanti magazzini con merce abusiva, e tanti spacciatori oramai risiedono li. La pigna non potrà mai vivere se prima non verrà riportata in totale sicurezza per tutti. Il ripristino della sicurezza potrebbe portare il centro storico a vivere una seconda e ottima vita commerciale

32) STOP AI SUPERMERCATI: Vorremmo dare più spazio, incentivi, e possibilità di lavoro ai piccoli commercianti, bloccando la continua avanzata di grandi gruppi di supermercati che a Sanremo al momento sono già troppi, con conseguente danno dei piccoli imprenditori

33) PORTATORI DI HANDICAP E NORMODOTATI: noi vorremmo raggiungere un primato. Diventare la prima città a misura di portatori di handicap in Italia, sia a livello umano che turistico, quindi marciapiedi strade accessi ai negozi etc… andranno rivisti

34) PARCHEGGI: Ripristino di tutti i parcheggi in città, per averne di più bianchi, e perché sia i liberi che quelli a pagamento tornino ad avere misure regolari e standard. Oltre questo vorremmo dotare Sanremo di più colonnine elettriche e dare il parcheggio gratuito a chi utilizza macchine ibride o elettriche

35) CORSICA FERRIES: ci sarà un tentativo di riportare a Sanremo le navi traghetto di Corsica e Sardinia ferries, come già le avevamo in passato.

36) LUCI A Sanremo ogni anno si litiga sulle luci natalizie, che immancabilmente vengono montate in ritardo. Abbiamo intenzione di utilizzare una sorta di illuminazione festiva che sia disponibile tutto l’anno, con fari led montati sui palazzi che ricreino vie colorate. Una sola spesa unica che al limite ogni anno potrà essere variata con nuovi elementi, ma in questo caso potranno essere accese quando si vuole, come ad esempio anche il sabato e la domenica. Una sorta di Londra in miniatura. Saranno oggetto di nuovi impianti luci led a basso consumo tutti i luoghi importanti di Sanremo, tipo la fontana dedicata a Carli in continuo deterioramento, o ad esempio la torre de la Ciapela. Il tutto con una nuova visione di città turistica, e in questo caso saranno anche gli abitanti a beneficiarne.

37) OSPEDALE E PRONTO SOCCORSO: siamo da sempre contro l’ospedale unico. Con noi le richieste saranno di miglioramento di quello che abbiamo e non di smantellamento. Inoltre è nostra intenzione individuare due zone ai lati della città, zona foce e san martino o tre ponti per aprire due pronto soccorsi aggiuntivi. Questo permetterebbe meno intasamento all’ospedale centrale e più velocità di azione per i malati o per gli incidenti gravi.

38) BAGNI PUBBLICI: Partirà uno studio per individuare varie zone della città per riportare i bagni pubblici. Gli stessi, per mantenere decoro e pulizia verranno affidati ad anziani o disoccupati.

39) LAVAGGIO DELLE STRADE: La maggioranza delle volte questo comune ha gettato via i soldi dei contribuenti lavando le strade anche quando pioveva. Il metodo va cambiato e anche le ordinanze

40) LE VIE e le PIAZZE DA RIQUALIFICARE: alcune vie di Sanremo, hanno bisogno di essere riqualificate. Lo si può fare con pochi spiccioli in accordo con negozi e abitanti. In via Agosti ad esempio i negozianti hanno cercato di riqualificare a spese loro, portando progetti direttamente al sindaco. Ancora oggi attendono una risposta sulla fattibilità del progetto, pur avendo detto che si sarebbero sobbarcati le spese. Va rivista completamente la piazza centrale di Sanremo, (perché oggi in realtà non abbiamo una vera piazza), e decine di altre zone. Vorremmo portare la piazza a TUTTA VISTA com’era una volta. Uno dei nostri progetti sarebbe ad esempio portare dei parcheggi in piazzale Carlo Dapporto, ma parcheggi interrati, trasformando l’area in un immenso giardino con panchine e giochi pubblici per i bimbi.

41) CICLABILE FOSFORESCENTE: Rifacimento degli asfalti della ciclabile per renderla illuminata autonomamente e unica in Italia. A rendere possibile il “fenomeno”, in realtà, è una soluzione tutta naturale: per realizzare lo speciale asfalto, si utilizza un mix di alluminati di stronzio e bitume. Una miscela che porta ad un’elevata luminosità, e che ha una persistenza molto più lunga rispetto agli altri composti al fosforo. Durante il giorno, l’asfalto assorbe i raggi ultravioletti e, quando è buio, riesce così ad emettere una suggestiva luce verde o azzurra, in base agli elementi mischiati. Lo stesso progetto potrebbe essere inserito insieme agli asfalti della MC.REBUR

42) NUOVE ATTRAZIONI: riportare alla luce la SANREMO SOTTERRANEA, inserendola nel riquadro turistico insieme alla Pigna. Forte pubblicità sulla linea MAGINOT e i suoi bunker, il Santuario dei cetacei protetto dal wwf, e un forte investimento su San Romolo e le sue strutture, con alcune nuove idee per ridare vita a quello che è un parco protetto stupendo e ben poco valorizzato. Ad esempio il bob su rotaia è una di queste attrattive. Vedremo anche come finirà il ritrovamento del bunker per i sommergibili emerso l’anno scorso durante i lavori di ampliamento di un nuovo hotel a Pian di Poma. Vogliamo inoltre recuperare tutte le cabine della ex funivia e ristrutturarle riportandole in città

43) GIARDINI PUBBLICI, VERDE PUBBLICO: I giardini pubblici dovranno essere risistemati e resi accessibili ai bambini. In ogni zona dove ci saranno bambini verrà sistemata una telecamera di sicurezza. Per quanto riguarda il verde pubblico, creare più giardini e piantare nuovi alberi sarà una priorità all’interno del nostro programma. La maggioranza dei danni derivati nelle ultime piogge, fanno anche parte di una mancata manutenzione del verde. A fronte di ambienti urbani sempre più intensamente popolati e cementificati e a fronte di tutte le conseguenti problematiche che questo comporta, vi spieghiamo perché oggi è sempre più importante piantare alberi in città, per dare una maggiore qualità di vita ai cittadini.
° L’ Accurato posizionamento degli alberi nelle aree urbane può raffreddare la temperatura dell'aria da 2°C a 8°C;
° Alberi posizionati in maniera appropriata attorno agli edifici possono ridurre l'utilizzo del condizionatore del 30% e far risparmiare dal 20% al 50% sui costi per il riscaldamento
° L'introduzione di spazi verdi specialmente in alcuni quartieri aumenta il valore immobiliare anche del 20%
° Un albero può assorbire fino a 150kg di CO2 all'anno e i grandi alberi, all'interno delle aree urbane, sono eccellenti filtri di agenti inquinanti
° La vegetazione incrementa la permeabilità dei terreni con la conseguente attenuazione del run-off, lo scivolamento dell'acqua su superfici impermeabili, e la diminuzione di dissesti
° Passare del tempo nel verde migliora la salute fisica e mentale, poiché diminuisce la pressione sanguigna e lo stress;
Naturalmente, poi, occorre evitare di intervenire successivamente con capitozzature o potature selvagge (come purtroppo spesso succede, con grande scempio delle piante che soffrono così moltissimo) che non fanno altro che mettere a rischio la vita stessa degli alberi messi a dimora. Anche questo dovrebbe essere un punto fermo di presa di coscienza delle tante amministrazioni pubbliche che ancora in questo ambito agiscono senza criteri ragionevoli e di competenza.

44) PIANO DI RISERVA IDRICA, TUBATURE E DEPURATORE: è ormai risaputo che i nostri bacini e le dighe, negli ultimi anni soprattutto nel periodo estivo, stanno abbassando sempre di più il loro livello. Noi vogliamo portare avanti uno studio di fattibilità per l’immagazzinamento pubblico delle acque piovane e delle acque del fiume in varie cisterne, che ci venga utile in caso di emergenze. Questo è un progetto che vorremmo estendere alla provincia. Sarà NECESSARIO da parte di Amaie un grande investimento sulle tubature di sanremo per evitare ulteriori dispersioni di acqua potabile e danni in generale. Si dovrà intervenire pesantemente sul depuratore, che purtroppo, non funziona affatto e tutti fanno finta di nulla.

45) PROTEZIONE CIVILE A Sanremo come in tutta Italia, negli ultimi anni il cambiamento climatico si fa sentire. Le piogge ultimamente hanno fatto sempre più danni, e inoltre non dimentichiamolo mai, che siamo sempre in zona sismica. Vogliamo un confronto con la protezione civile per vedere se necessitano più fondi stanziati dal comune, mezzi, e per capire le criticità di intervento, di modo che gli interventi siano sempre più veloci ed efficienti





"COSA FAREMO PER I GIOVANI"


46) START UP: vogliamo individuare uffici negozi o appartamenti di proprietà del comune e non utilizzati, da dare gratuitamente ai nuovi GIOVANI IMPRENDITORI che cercano di creare nuove start app. Il comune cercherà di investire non solo in start app ma su qualsiasi persona abbia un progetto valido che porti frutti sia al comune che all’ideatore stesso. Iniziamo a prenderci cura dei nostri giovani e a non mandarli via per trovare un lavoro.

47) AGRICOLTURA: partirà uno studio di fattibilità, verificando proprietà del comune etc, per fare investire i giovani in nuove imprese dedite all’agricoltura e alle fattorie, poiché sembrerebbe secondo i dati ISTAT che continui a rimanere un settore ancora in salute nonostante la crisi stia investendo numerosi comparti della nostra economia. Una sorta di nuovo avvio di imprese per gli under 35, per un ritorno anche al vero prodotto a km zero. La speranza è anche che qualcuno torni a investire in un bene di cui l’umanità, senza non potrebbe vivere, e che sono sempre più in pericolo, LE API

48) SPORT: Lo sport come la scuola è elemento fondante per la socializzazione dei giovani, insegna a faticare per raggiungere obiettivi, rafforza lo spirito di gruppo, e pertanto merita attenzione da parte dell'amministrazione. Le strutture dello sport esistenti devono essere gestite con trasparenza, difese e potenziate anche attraverso l'individuazione di associazioni altamente qualificate in grado di garantirne una gestione corretta e conforme ai migliori livelli delle varie discipline sportive. Sarà importante per noi: 1) Sviluppare il progetto “Insieme nello sport” per il sostegno di sport e disabilità. 2) Organizzare durante l’anno altri eventi sportivi multi-disciplinari sull’esempio della settimana dello sport, con tornei. 3) Censire delle aree “tempo libero e benessere” e installare un’adeguata “cartellonistica”. 4) Attivare ciò che noi definiamo l’esperienza degli “spazi aperti”, strutturati ma “informali” fruibili a tutti, nelle strutture sportive, nelle aree comunali, nei parchi (tipo Skate Park). 5) Prevedere incentivi comunali allo sport dedicato ai giovani con percorso formativo su prevenzione, salute e alimentazione. 6) trasformare le zone dismesse o degradate, dove sono presenti giardini o spazi grandi, in percorsi salute.

49) DIVERTIMENTI: Abbiamo allo studio nuove idee per portare sul litorale di Sanremo Attività ludiche per i giovani e centri di aggregazione come ad esempio bowling, parchi per skate e attività similari, individuando soprattutto le zone morte. Stessa cosa per il recupero dell’area di San Romolo

50) PROGETTO ALUNNI: vogliamo un progetto annuale per portare nelle scuole da parte del comune un’ora settimanale dedicata all’educazione stradale e civica. Oltre questo, vorremmo portare a Sanremo un must americano come il BALLO DI FINE ANNO





"TURISMO"


51) TURISMO E CULTURA: Sul turismo abbiamo dedicato numerose idee da applicare durante l’anno, che per lo più cercheremo di fare con l’aiuto di sponsor esterni. La cultura dovrà ritornare all’ordine del giorno e volano per il turismo. Naturalmente non solo le idee possono portare nuova linfa alla città, ma tutto questo dovrà correre di pari passo con la pulizia e la sicurezza. Ci sarà Più tolleranza per la musica in estate nelle varie zone della movida. Intendiamo inoltre potenziare la pubblicità su quanto la nostra città può offrire, soprattutto con siti web altamente specializzati e di proprietà del comune. Oggi alcuni siti altamente sponsorizzati da questo comune, (vedi sanremoplus) risultano essere di associazioni private, e vogliamo capire il perché. Trasformare il nome SANREMO in un BRAND, è un passo che nessuno ha mai fatto, e che vogliamo tentare. Un punto importante su cui vorremmo lavorare, è l’estensione turistica all’entroterra, proprio come valore aggiunto. Un accordo di coesione tra i paesi dell’entroterra è fondamentale per una riuscita del progetto, la creazione di un percorso turistico anche enogastronomico, con una estensione associata all’escursione della famosa linea MAGINOT, porterebbe un ulteriore incasso alberghiero a Sanremo, guadagno e vita a tutti i paesini, da Ceriana a Dolceacqua ECCO LE NOSTRE IDEE, in cui all’interno di tutte le manifestazioni, verrà inserita la mascotte di Sanremo, REMO, IL LEONE DI SAN REMO, una maniera per intrattenere bimbi e turisti. Aggiungerei a tutto ciò più punti informazione in città e una volta per tutte un investimento sulla stampa di cartine indicanti strade monumenti etc…



"MISS SANREMO IN FIORE" Da organizzarsi in una struttura che supporti numerose persone. L’idea è di portarla in televisione e darla a Canale 5, di modo che diventi un appuntamento a livello nazionale e ripetibile ogni anno. Vorremmo portare la vincitrice di diritto a Miss Italia. Stessa cosa da organizzare per i maschietti, che nessuno ci pensa mai. Finanziata con sponsor

"FESTIVAL DEGLI ARTISTI" Il festival degli artisti nasce con lo scopo di valorizzare la figura dell’artista di strada, in ogni sua caratteristica, dalla musica al ballo, dal pittore al ritrattista, all’inventore. Nasce anche e soprattutto per far conoscere ad un pubblico sempre più vasto le bellezze e le suggestioni di SANREMO, in quanto il palco di esposizione sarà tutta la città

"WEEKLY EVENT'S" Proposta di un evento continuo a cadenza settimanale durante la stagione estiva dedicato alla musica live e allo shopping night sfruttando l'accordo SIAE ANCI che prevede un trattamento speciale a riguardo dei comuni da parte della SIAE. Gli oneri saranno quindi espletati dal comune e non dagli esercenti che parteciperanno attivamente promuovendo gli spettacoli musicali. L' evento dovra' avere la collaborazione dei commercianti, privati, confcommercio etc..

"FIERE E CONVEGNI" Siamo lontani mille miglia da tutti con le fiere, (escluso l’evento Moac, che vorremmo riportare ai vecchi fasti), e parlo di fiere Gastronomiche, fiere dedicate ad Auto e Moto. E' molto importante ricominciare a portare a Sanremo i convegni, poichè l'indotto lavorativo è molto elevato.

"MATUZIA CUP MINI COOPER/500" Nessuno in Italia, ha ancora pensato a un campionato dove si esibiscono le famose Mini e 500 presenti a dismisura oramai in ogni luogo, con prove dell’alce, di misto, etc…E’ un evento che porterebbe moltissime iscrizioni (sono nati persino i Club MINI/500), e tantissimi visitatori. Da unire con un evento Tuning, altra moda in voga negli ultimi anni. Finanziata con sponsor

"OLD TIME SANREMO" OLD TIME SANREMO e…. i vecchi tempi. Talmente vecchi da riportare Sanremo ai tempi in cui c’era la lebbra e la peste. Riportare una città indietro di qualche centinaio di anni. Si spengono le luci….. e Sanremo viene illuminata solamente da fiaccole. Girando per la città si trovano lebbrosi, impestati, gente che simula i vecchi ubriaconi stesi per i vicoli, combattimenti a cavallo, una Piazza Colombo che si trasforma in Arena di combattimenti, e in Arena dove vengono cimentate Giulietta e Romeo. Le musiche dell’epoca in sottofondo per tutta la città. Altrettanto dicasi per i balli. Bar che si trasformano in Osterie, dove si può solamente degustare formaggi, salumi, zuppe, selvaggina arrosta, vino e birra prodotti locali. Sparsi per la città, ambulanti di ogni sorta, giullari, ritrattisti, maghe e fattucchiere che ti leggono la mano o ti fanno le carte, processi alle streghe, e tutto ciò che l’epoca richiede. Si considera di coinvolgere in gran parte la Pigna, secondo centro storico ligure, perché si avrebbe senza dubbio una risonanza fantastica. Verranno coinvolte le associazioni di arte e cultura, le scuole di ballo, le bande della città, etc.. Finanziata con sponsor

"DISNEY PARTY" Una festa dedicata esclusivamente ai bambini, con giochi e personaggi disney che girano per la città. Verrà richiesto uno sponsor alla disney E’ previsto inoltre che nel turismo sia contemplata la riqualificazione di tutti i parco giochi per i bimbi

"PROGETTO SANREMO BAY" Le spiagge devono rientrare nel pacchetto turistico. Vorremmo quindi indire un concorso, nel quale tutti i gestori si adoperino per rinnovare la propria spiaggia in uno stile nuovo. Potranno trasformarle in stile hawaiano, offrire discoteche serali, offrire giochi acquatici, installare scivoli o attrezzature. Una sorta di Rimini due, ma migliore. L’obbiettivo è di trasformare Sanremo in una perla del turismo. Quindi, il miglior gestore o la migliore idea sarà premiata con l’Abrogazione per ben due anni di ogni tassa dovuta al comune, trovando un’accordo che non crei problemi per il rilascio di tutte le varie autorizzazioni ai locali. Naturalmente, con il pacchetto turismo, il rilascio di autorizzazioni per fare musica nelle spiagge, nei dehors per i bar di Sanremo, etc… sarà molto più semplice

"CROCIERE" E’ prevista una contrattazione per lo scalo di grosse navi da crociera come COSTA o MSC, traghetti, Top Cruise, royal caribbean, od altro, con la creazione di una probabile banchina di attracco come ad esempio in zona Pian di Poma, dotata di servizio bus navetta, di modo che si possa riportare nuovi turisti. La banchina potrebbe anche essere un nuovo punto di attracco per le corsica e sardinia ferries. Il denaro per la costruzione di tutto questo verrebbe richiesto con un investimento a fondo perso da parte della Comunità Europea e naturalmente delle compagnie di attracco

"SANREMO SOTTERRANEA" RIPORTARE ALLA LUCE un bene che a Sanremo pochi conoscono…La SANREMO SOTTERRANEA, con strade, mulini e case, i numerosi archi e tante altre cose. Basta solo metterle in sicurezza e creare un varco in piazza Colombo. La gestione verrebbe completamente messa in mano al comune, come quindi gli incassi, dal momento che stiamo parlando di un bene di proprietà storica e culturale del comune di Sanremo.

"MUSIC ON THE ROAD" MUSIC ON THE ROAD, cioè installare in tutta la città degli altoparlanti che attraverso la filodiffusione emettono tutto il giorno, la musica di tutti i festival effettuati sino ad ora, ospiti compresi. L’orario di trasmissione è di 8 ore giornaliere con degli extra in caso di festività.

"RALLYE ENDURO BIKE FUORISTRADA" RALLYE ed ENDURO, BICI ETC…: è nostra intenzione batterci per riportare qui da noi il mondiale, magari con nuovi percorsi. Inoltre, vorremmo trovare un accordo con le varie associazioni di fuoristrada (vedi tartarughe 4x4 ) di enduro e di freestyle, per effettuare numerose manifestazioni dove esibirsi e fare gare, anche a livello nazionale. Oltre questo, sarebbe opportuno in collaborazione con la forestale, creare nuove piste, sia per enduro che per fuoristrada. Un forte impulso lo vorremmo dare a tutto quello che riguarda il mondo delle bici, dal free style alle corse.

"NOVEMBER FEST" NOVEMBER FEST Un ricalco dell’october fest di monaco, con durata di 2/5 giorni. Verranno richiesti gli sponsor alle varie case di fabbricazione di birra.

"INCOMING SANREMO" INCOMING, da rivedere completamente, con la creazione di pacchetti vacanza o pacchetti week end comprensivi di giri turistici per i clienti che vengono in Sanremo, aprendo una trattativa con piccoli e medi hotel, ristoranti tipici, agenzie di viaggio, etc

"CARNEVALE HALLOWEEN NATALE" Siamo gli unici a non avere una vera festa di carnevale, che vorremmo riproporre in grande stile, e stessa cosa vorremmo fare per halloween. Inoltre per le feste natalizie finalmente Sanremo avrà qualcosa di più del solito laboratorio, dovrà essere richiamo turistico per IL MERCATINO DI NATALE con un BABBO NATALE che riceva i bambini. A tal proposito vorremmo riportare il natale al suo vecchio splendore, ricreare una specie di grotta vivente con un Babbo natale che riceva tutti, non solo i bimbi… … Il triplo mercatino verrebbe fatto nella suggestiva Bussana, nella pigna, e sulla ciclabile. Tanti babbo natale girerebbero per la città (affido ai nonni in pensione), insieme a Remo

"SANREMO YOUNG" E’ intenzione personale di riportare sulle strade di Sanremo, e soprattutto sulla famosa corso Imperatrice, un po di vita.. Più spazio ai giovani e alla movida Sanremese che non esiste più. Parlo di ragazzi che ballano la break dance, l’hip pop o altro che attiri turisti. Abbinato a tutto questo, numerosi ritrattisti e caricaturisti. Tra l’altro il mio progetto prevede di trasformare Corso Imperatrice in una passeggiata dove si possano trovare le firme originali e i busti dei personaggi celebri che sono passati da Sanremo, o che sono diventati famosi grazie a Sanremo. In alternativa ai busti anche panchine con l’artista. Per questo, verrà avviata una trattativa con vari cantanti, che avranno a carico personale il costo del mezzo busto, mentre l’installazione sarà a carico del comune. Credo sia importante puntare sulla vanità degli artisti, che pagherebbero oro per avere un qualcosa che li ricordi al mondo e che sia visibile a tutti. Sarà opportuno ricordare loro, quanto devono al Festival di Sanremo che li ha lanciati. L’annuncio del progetto verrà reso alla televisione, di modo che si apra una gara tra di loro, con una risonanza per Sanremo oltre ogni aspettativa.

"FUOCHI D'ARTIFICIO" Un ritorno alla gara estiva dei fuochi d’artificio dovrà essere integrata obbligando tutti i partecipanti a portare con se 2/3 banchetti dei loro prodotti tipici e dell’artigianato, per fare in modo di creare in contemporanea un mercatino multietnico.

“SETTIMANA DELLO SPORT" Istituzione della settimana dello sport, alla quale potranno aderire non solo le palestre di body building, arti marziali, e le varie scuole di danza o altro, per mostrare nuove tecniche e le novità del fitness e della danza e magari cimentarsi in varie sfide, ma ogni tipo di sport, dal ballo al canotaggio compreso. Ci piacerebbe istituire la settimana dello sport a cielo aperto, magari proprio sulla ciclabile

"COPIARE IL DESBARATU" incentrandolo su varie zone, ma soprattutto sulle vie periferiche.

"CONOSCI SANREMO" una massiccia campagna pubblicitaria in tutti i siti europei delle bellezze e delle caratteristiche della città di sanremo, ricordando che abbiamo proprio di fronte a noi un bene protetto persino dal wwf, che è il Santuario dei Cetacei, la sanremo sotterranea, l’entroterra e i suoi paesini, la famosa linea Maginot, etc. Programmazione turistica e sponsorizzazione internazionale effettuata almeno un anno prima

"SANREMO TOUR" Un incentivo per permettere ai turisti di visitare Sanremo, l’entroterra e le zone limitrofe, con aggiunta della città vecchia (il secondo centro storico in liguria dopo Genova), e di Bussana. Cercheremo di fare in maniera che I giri vengano affidati ai tassisti e ai noleggiatori ncc. Nel frattempo, per permettere a queste categoria di lavorare, verranno attivati controlli atti a verificare chi effettua trasferimenti e gite senza permessi e licenze. E’ noto che a Sanremo molti eseguono questo come secondo lavoro, organizzando persino gite collettive, in barba alle agenzie di viaggio, guadagnando così vari extra in nero e senza autorizzazione. Tra le altre cose, mi sembra giusto stabilire in partenza, che tutte le manifestazioni che richiedono l’uso di mezzi di trasporto, (vedi il Tenco, il Festival etc…) abbiano con la Rai una sorta di “obbligo/consiglio” di usufruire dei mezzi taxi e noleggio NCC degli operatori di Sanremo.